30.8.12

[RECE] - Il Ritorno del Cavaliere Oscuro

 
Quando arrivi al capitolo finale di una trilogia che, nelle sue prime due parti, ti ha entusiasmato, risulta difficile sedersi comodamente al cinema e semplicemente godersi la pellicola. Vai in sala con il timore di restare deluso.

È successo? No, affatto.
Nolan ha terminato la sua opera sul Cavaliere Oscuro esattamente nel modo in cui l'aveva iniziata. Parlando di individui, di idee, e della città nella quale questi elementi esistono e si incontrano. E, nuovamente, non vedrete un film di supereroi. Il concetto 'Batman' è lo strumento che un uomo dalle ampie risorse, che risponde al nome di Bruce Wayne, sceglie di adottare per attuare le sue scelte di direzione sociale. Muove le coscienze e crea una leggenda. Fa ciò che ritiene giusto, e lo fa con le migliori intenzioni.
Ma, nel mondo, troverai sempre degli avversari che, dal loro punto di vista, staranno facendo esattamente la stessa cosa. Ciò che ritengono giusto, e con le migliori intenzioni.

Il film è una pellicola non semplicissima. Le parti coinvolte hanno profili che non sono lineari, ed i motivi che li spingono ad agire non risulteranno mai tanti avulsi da una qualche ragionevolezza da non poter essere condivisi. Siano essi il desiderio di giustizia (vendetta) di Batman, la ricerca della libertà di Catwoman, l'anarchia di Bane. Una lettura troppo sbrigativa delle intenzioni dei protagonisti della pellicola? Assolutamente sì. Perchè questo terzo episodio è ben più complesso dei suoi capitoli precedenti. E molto andrebbe visto e discusso in merito alla forte vena socio-politica che permea un po' tutta la storia. Il film va visto.

Il cast si è dimostrato eccellente, anche se la più grande sorpresa si è rivelata essere Anne Hathaway. Se anche voi avete pensato che avesse un visetto troppo dolce per un ruolo come quello di Catwoman, non potrete che ricredervi. La tridimensionalità e lo spessore di tutti gli attori funge da vero collante per la rappresentazione di un capitolo finale che è realmente ineccepibile.
Un pelo nell'uovo? Le coreografie dei combattimenti non sono affatto impressionanti come si sarebbe potuto sperare. Ma, fidatevi, non saranno nè i costumi, nè i combattimenti a restarvi impressi, quando uscirete dalla sala. Sarà l'Idea. E il miglior lascito che una trilogia possa darvi.

Chicche nerdiche:
- Blake, parlando di cosa si trova sotto le fogne, parla del fatto di trovarci coccodrilli giganti (Killer Crok);
- Bane, durante il primo scontro con Batman, lo accusa di combattere come un giovane, di non risparmiarsi; palesi omaggi ai testi di Frank Miller nel suo 'The Dark Knight Returns',
nelle scene relative allo scontro tra Bats ed il capo dei Mutanti.

2 commenti:

  1. condivido tutto, tranne il pelo nell'uovo!!

    RispondiElimina